[saigon era disneyland, in confronto]

Non mi sento più le mani.

Fino a ieri il problema era il buco nell’ozono, che da noi è una cosa con cui riempire periodicamente i settimanali. Qui è la morte delle cellule epidermiche. Il buco nell’ozono fa apparire una bazzecola il fatto che i tuoi pori stanno assorbendo il sudore e lo sporco di dozzine di sconosciuti che hanno indossato quella borsa prima di te.

Ma oggi è diverso.

Oggi siamo bagnati fradici, infangati fino alle ginocchia e coperti a stento da una busta del supermercato lui e da un sacco della spazzatura io.

La scheggia che mi attraversa la seconda falange dell’indice destro brucia. Il chirurgo del campo non è riuscito ad estrarla del tutto, e sta facendo infezione. Non voglio che me lo amputino. Voglio tornare a casa tutta intera.

Da ore stiamo acquattati in questa specie di trincea verde. Da giorni.

Dal comando centrale non avevamo più notizie. Cominciavamo a temere che persino loro fossero caduti in mani nemiche, ma un dispaccio del Generale finalmente ci ha rassicurato sulla loro incolumità. Che poi rassicurato è una parola grossa. In ogni caso va già bene che le notizie provvisorie forniteci da sir Bob, l’ufficiale radio locale, non fossero attendibili. "Pare che il tipo ricco abbia di nuovo la baracca in mano", diceva l’altroieri. Invece ce l’ha il finto prete. Bah.

Ma ora abbiamo altro a cui pensare.

I maledetti musi verdi si nascondono tra il fogliame. Tutto è verde, qui. Non riesci a distinguere niente, e spesso devi andare alla cieca. Ieri, col sole, verso le tre del pomeriggio sembrava quasi una specie di Eden tropicale. La luce filtrava attraverso i rami, una luce dorata che faceva apparire l’inferno amico, faceva quasi dimenticare il sudore e la polvere e lo sporco che avevi addosso. Ma lì non c’erano i cavi. I maledetti cavi da evitare ad ogni costo. Se li tocchi sei morto, se li tocca il muso verde pure. Tutto da rifare, ammesso che ce ne sia il tempo. Perché se arriva prima il controllo a contare le vittime è finita. I tonfi dei caduti, dei moribondi, risuonano macabri dal fondo del loro sudario verde. A volte ci finiscono anche quelli leggermente feriti, appena scalfiti. Il controllo non ha pietà. Li ammonticchia l’uno sull’altro, incurante. Qualcuno verrà poi a portarli via.

Nessuno porterà via noi. Dovremo andarcene con le nostre gambe, se i maledetti succhiasangue ce ne lasceranno la forza. Le mie ormai sono massacrate dalle cicatrici, a volte prudono talmente che vorrei cauterizzarle con delle cicche accese.

Ma non ci sono cicche, qui. Ci sono solo i musi verdi. Appena becco il prossimo lo faccio secco.

 

 

Annunci

5 thoughts on “[saigon era disneyland, in confronto]

  1. utente anonimo ha detto:

    Mi….

    ..hai fatto venire una gran voglia di napalm

  2. RyCooder ha detto:

    Adoro l’odore del napalm di prima mattina. Ha il profumo della vittoria!
    [cit.]

    D.

  3. utente anonimo ha detto:

    Pos…

    ..sibilmente ascoltando la “Cavalcata delle Valchirie”

    RO

  4. Shade76 ha detto:

    ecco.. non so dove siete, il navigatore satellitare è passato a miglior vita un paio di settimane fa.. tutto bene? vuoi una cicca?

  5. utente anonimo ha detto:

    uno di noi….11 bin dei loro …eh?

    ho letto che avete il miglior tiratore nel mucchio…. un vero cecchino…

    ma non fidarti del samoano, l’ho visto in conbutta con i verdi… avrà barattato un nuovo tatuaggio con la metà di voi…

    e scommetto che a rugby era una pippa…

    metto nel pacco un temperino, come lo apostrofava mio nonno,?non si sa mai che torni utile in una giornata di pioggia e fango….

    besos Nabuccodonoso II

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...