[la paura corre sul tacco]

Sabato e Domenica ho avuto paura.
Lo ammetto. Davanti alla decolleté bronzo paillettata argento con catenella der cesso effetto ossidato sul calcagno ho avuto paura.
E non solo per la misura, sebbene una decolleté che stazza quanto un transatlantico, insomma, il suo porco timore lo incuta.
Ho avuto paura anche incrociando lo zoccolo borchiato con zeppa da quindici in vero finto faggio e tomaia bianca che sventola sul ponte dichiarando la resa. Roba che Dario Argento, vurrìa mai gli capitasse di incontrarle in una scarpiera buia, si farebbe addosso dallo spavento e firmerebbe per dirigere solo pubblicità della Plasmon.
 
Chissà se c’è un rapporto tra il gusto dell’orrido e il QI. Un rapporto alternativo, tipo o c’è l’uno o c’è l’altro.
Dovrei chiedere lumi alla Calippa, che di caprini se ne intende.
Annunci

2 thoughts on “[la paura corre sul tacco]

  1. utente anonimo ha detto:

    … e di caprini me ne intendo, si. In quanto gustosi formaggi da gustare in abbinamento con il miele appropriato, per cominciare. E in quanto quadrupedi ruminanti cornuti o acorni. E non ultimo in qualità di piedi (giustappunto), o meglio di piede. Caprino. Quello che permuta anime, per capirci.
    Opto per il rapporto alternativo, comunque, tornando a bomba. E subodoro (ma esiste, sto verbo?) anche una mazzetta da parte dell’ortopedico.
    [Calippa]

  2. out ha detto:

    Ecco, vedi. Io, pia anima ingenua, all’ortopedico doloso non ci avevo manco pensato. Come dire, si attacca al lavoro del tuo callista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...