[how flies the time]

Vado avanti.
Non è la prima volta che mi succede. Chi – per problemi suoi – ha seguito questo blog dal principio sa che una volta mi sono addormentata l’8 Febbraio del 2006 e mi son svegliata il 16 Novembre 2007 (ma quella volta lì la letargia canaglia non c’entrava).
Oggi ho scoperto che vado avanti di una settimana.
Capirai, diranno i miei piccoli lettori che non danno mai un cazzo di soddisfazione.
Per una talmente ritardataria da essere arrivata tardi persino il giorno della sua nascita, comprenderete che l’effetto è piuttosto straniante.
Non so se sia un problema di pile, fatto sta che mi sento dentro un racconto di Asimov, il che potrebbe anche essere un onore invece di un problema, se non fosse che il mio piano partite ne risulta completamente sfasato: ergo mi seguirò le prossime due gare del Cagliari alla radio anziché allo stadio.
E questo è male.
Gustavo, bisogna che ci inventiamo qualcosa.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...