[piaf (tiè)]

Perchè son giorni intensi, in cui la matematica diventa complice, la geometria romantica e l’universo è racchiuso in un semaforo.
Giorni in cui le navi che non si pensava d’essere si trovano a barca – pardon – menarsi tra la tempesta che addenta le fiancate e la bonaccia infida (e nei ritagli di tempo si gustano la u in harbour).
Giorni in cui la definizione di asintoto calza perfettamente nell’ambito dell’SPT, e vorrei BEN dire, aggiungerei, trattandosi di curve; quanto all’indefinizione, è data puramente da questioni spazio-temporali contingenti, ça va sans dire.
Giorni in cui la tabellina del quattro diventa esilarante per cause di forza maggiore.
Giorni in cui il diavolo si dà un sacco da fare con le pentole, ma non ha fatto i conti con i copernichi (per quanto a noi dell’SPT la versione giorgentrica non dispiaccia affatto).
Giorni in cui basta una parola per scatenare l’inferno o essere mandati in fondo a destra nella miglior tradizione della ditta Falqui, a scelta.
Giorni in cui se il coraggio non l’hanno loro, bisogna che l’abbiamo noi, zucchero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...