[sei giorni non fanno una settimana]

Ma a volte sì.

Questa è la ballata della città di notte,
del tempo che non passa, del buio che t’inghiotte,
di ladri, di assassini e di altri tipi strani,
di angoscia e di paura che non venga più domani…
Questa è una ballata di illusione e di realtà,
di incubi e di veglia, di menzogna e verità,
del lungo, lungo viaggio per giungere al mattino
attraverso gli arabeschi del destino…
Questa è la ballata della notte che c’è ancora,
che non vuola dare il passo alla luce dell’aurora,
e ancora si divertono l’oscurità e la sorte,
a giocare una partita con la vita e con la morte…
Questa è la ballata della notte che è finita,
del sole che ritorna sulla morte e sulla vita,
Michele, Valentina e gli altri tipi strani
sembrano svaniti nella luce del domani.
Ma torneranno presto, solo fra poche ore,
insieme ad altro buio, altro odio e altro amore.
Si torneranno presto, in un altro girotondo,
poveri mostri, anch’essi figli di questo mondo.
E ci saranno altri arabeschi del destino
nel lungo, lungo viaggio per giungere al mattino,
di nuovo giocheranno l’illusione e la realtà,
e questa è la ballata della notte che verrà.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...