[me l'hanno accisa]

Bello governare un paese lobotomizzato. Uno di quei paesi che le palle le tiene al caldo nelle mutande (a meno che non si spacci per una bassa carica dello stato, ça va sans dire), e si ricorda di averle solo quando c'è da grattarsele in segno di scongiuro.
Uno di quei paesi dove i cittadini sono un optional (non possono nemmeno esprimere una preferenza quando votano, figurarsi), perciò molto meglio sostituirli con dei consumatori. Certo, i consumatori vanno addestrati, ma lo sforzo vale la candela: dopo una diciassettina d'anni si può star certi che di consumare cultura non gliene possa fregare di meno, per esempio. Mica si mangia, la cultura, disse il miope alla platea di ignavi. Alla fine non saranno più di quei soliti cinque milioni a protestare, con i loro corteucci, i loro striscioncini. Quei soliti a cui si dà dei coglioni e se lo tengono, insomma.
Bellissimo governare un paese così. Oddio, governare. Ormai non c'è più manco da rigovernare. Basta scaricare tutte le responsabilità sui cittadini-consumatori, dire che pur di reintegrare i fondi per la cultura i cittadini saranno ben lieti di fare un piccolo sacrificio. Suona benissimo, nel mese del centocinquantesimo, quando tutti sono ancora gonfi di amor patrio. Venti euro l'anno, cosa saranno mai in contronto alla lirica gloria italica? E facciamo 'sto sforzo.
Facciamone anche un altro, visto che ci siamo: proviamo insieme a fare questo movimento semplice, si piega la gamba all'altezza del ginocchio e la si stende di scatto. Facile, no?
E allora, se è così facile, vediamo di allontanare a pedate nel culo certi mentecatti che si permettono di farsi belli col paio di centesimi pagati dagli altri, e di buttare nel cesso 300 milioni di euro pur di non accorpare il referendum alle elezioni.

Edit: gli anglosassoni, si sa, son più pragmatici. Sì, d'accordo, anche un carciofo è più pragmatico di un italiano medio, però. Il circolo PD di New York, visto e considerato che la faccia come il culo non dà poi così fastidio, ha deciso di mirare alla tasca. E ha mandato all'on. Piero Fassino una fattura da 300 milioni di euro. E se inondassimo il parlamento di fatture?

(anche di mazzine, certo, perchè no)
 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...