[più ci penso e più mi viene voglia di]

Tu sì.
Tu si che sei chiavabile, miserabile troglodita (pres)untuoso che il problema non se lo pone mai nei propri confronti, perché è sempre il sultano che sceglie, in quella specie di pouf di raso color pesca con le nappine dorate, puzzolente di profumo da due soldi, di piedi e di disinfettante antipiattole che è la tua scatola cranica.

Io ti chiaverei volentieri.

Sulla fiancata.

Con una chiave arrugginita da mezzo chilo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...