[eco-sex and the bunnymen]

Incappo per caso nella guida al sesso sostenibile di Greenpeace, riportata nella versione italiana da Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione. Chiedono gentilmente di essere citati come fonte e io, gentilmente, li cito. Non so quanto sia loro convenuto, ma li cito.

Fatta salva la mia personale allergia ai comandamenti in genere, e in particolare a quelli in forma di decalogo, e fatto salvo il fatto che le letture estive esistono, la guida è servita:

1. Spegnere le luci. Dobbiamo tutti fare la nostra parte per fermare i cambiamenti climatici; il risparmio energetico e l’efficienza energetica sono una parte importante nel cambiare la nostra cultura. Se volete vedere il vostro partner, o vedere nel dettaglio quello che state facendo a letto, allora è molto meglio avere rapporti sessuali durante il giorno.

E fin qui. Peraltro Villa Balorda Revolutions è costruita in maniera tale per cui il buio assoluto è inottenibile, nel bene (intriganti giochi di silhouettes) e nel male (gente costretta a rischiare la morte per asfissia con una maglietta in faccia pur di riuscire a dormire). Vero è anche che almeno una volta alla luce il partner conviene guardarlo, per evitare scompensi l’eventuale mattina dopo. Trombarsi per errore il sacco a pelo invece della propria donna, invece, non è questione di luce.

2. La passione per la frutta? Se desiderate utilizzarla per per assecondare i vostri bollenti spiriti, almeno assicuratevi che sia senza pesticidi (GE-free). Gli studi sugli alimenti geneticamente modificati non sono ancora sufficienti per conoscere con certezza gli effetti sulla nostra dieta, figuriamoci gli effetti se li utilizzate per attività più intime

Chi non si ricorda la famosa scena di “9 settimane e mezzo” in cui Rourke iniziava Basinger ai piaceri delle vitamine C, Q, U, V e Z e lei opponeva una strenua resistenza ululando “Oh John, ti prego, John, ci sono i pesticidi, Joh…anf!”. Ma fate la cortesia.

3. Ostriche e altri frutti di mare possono essere potenti afrodisiaci, è vero, ma i nostri oceani vengono distrutti ad un ritmo senza precedenti, ragion per cui abbiamo bisogno di fermare questo saccheggio a fini di piacere. Ad esempio, potete aiutare la foresta pluviale amazzonica e le comunità che vi risiedono scegliendo guaranà e caju, due popolari e abbondanti bevande a base di erbe e frutta, per una coscienza più pulita ed un effetto afrodisiaco assicurato.

Tutto il rispetto del mondo per il guaranà, ragazzi. Buono, per carità. Sono sopravvissuta a una bollente estate romana, grazie al guaranà. Ma sono pure cresciuta leggendo “Una mercedes bianca con le pinne”, e ancora tormento chiunque chiedendo se è vero che le ostriche sanno di sperma, e l’effetto afrodisiaco della domanda fa ancora la sua porca figura, altroché.

4. È il vostro giardino un luogo sicuro per fare le vostre zozzerie? Non mi riferisco ai vicini ficcanaso, eh! State per caso usando pesticidi e fertilizzanti chimici sul prato e giardino? È davvero il caso di poggiare il sedere nudo sul diserbante? Passate piuttosto ai concimi naturali, e poi rotolatevi tranquillamente nel fieno!

Non so voi, ma se mi trovassi a rotolarmi su un prato con qualcuno che nel momento clou mi smonta con paturnie di diserbanti ce lo/la ficcherei a testa in giù in un cumulo di concime naturale, e non per fare un Dirty Sanchez. Vicino vicino al somaro che ha tradotto questo punto.

5. Dimenticate i lubrificanti a base di combustibili fossili, come la vaselina! Le multinazionali petrolifere si stanno fottendo allegramente il nostro pianeta, ma questo non significa che anche voi dobbiate fare lo stesso!

I porno anni Settanta hanno il loro fascino, ma qualcuno dica a questa gente che c’è vita oltre la vaselina.

6. Lasciate perdere il PVC e gli accessori in vinile per la vostra attività ludica. La produzione di PVC crea e rilascia una delle sostanze chimiche più tossiche: la diossina. Immagino che nemmeno voi, brutti sporcaccioni che siete, vogliate leccare quella roba. L’uso del PVC nei giocattoli per bambini piccoli è già stato vietato in molti paesi. Piuttosto, optate per accessori realizzati con sostanze naturali come la gomma o il cuoio.

A parte il fatto che mi piacerebbe essere libera di decidere cosa leccare senza che mi appaia davanti un attivista di Greenpeace tipo madonna di Lourdes, in linea di principio possiamo essere d’accordo. Potrei obiettare che la pelle di una mucca morta non mi eccita molto più di una sostanza cancerogena, ma è anche vero che lo direi con la coscienza sporca di quella che talvolta si diverte con delle bende di seta nera (anche se son sicura che quei bachi lì siano felici di essersi sacrificati per donare gioia al mondo). Ma purtroppo devo andare a intrecciare liane per il prossimo bondage party, compermesso.

7. Aiutare il pianeta può essere un’attività eccitanteInsaponatevi insieme sotto la doccia o nella vasca da bagno per risparmiare acqua, così potete creare passione oltre che aiutare l’ambiente. Più di un miliardo di persone non hanno accesso all’acqua pulita. L’acqua è un lusso, e deve assolutamente essere condivisa con un amico/a.

E questa è una rete a porta vuota. Che si può anche andare a parare nella fantastica, spaziosissima piscina gonfiabile che troneggia nuovamente al centro del terrazzo, volendo esagerare.

8. Ok, io ora non sono sicuro di come si possano usare, non l’ho mai fatto, ma se voi volete usare le pagaie per qualcosa di diverso dal canottaggio, beh, per amor di Dio, assicuratevi che siano prodotte a partire da legno sostenibile. Stessa cosa dicasi per il letto in cui siete soliti effettuare le vostre acrobazie di coppia: assicuratevi che sia in legno sostenibile e che sia certificato dall’unica organizzazione riconosciuta a livello internazionale nel campo dellacertificazione ecologica delle foreste, la Forest Stewardship Council, o FSC.

La cosa più spinta che abbia mai fatto con una pagaia è stato incontrarmi clandestinamente con K presso un distributore a 10 km da casa per portargliela ed evitare che i suoi compagni d’escursione gli ridessero dietro per sempre scoprendo che era partito per una gita in Ogliastra in kayak lasciandola a Villa Balorda. Sulla sostenibilità del letto è meglio che taccia, il sindacato delle doghe ancora mi tratta con freddezza. Benedetto sia il futon.

9. I giochi di ruolo possono essere divertenti fintanto che entrambi i partner sono consenzienti e a loro agio. Quindi, se voi e il vostro partner volete travestirvi e giocare a “George Bush e la Corporate America partecipano al Vertice sui Cambiamenti Climatici” o ad altri giochi sadomaso tipo questo, beh ok, siamo d’accordo su ciò che è permesso e su cosa non lo è. Fate pure, ma ricordate che i giochi – come le fantasie – non sono la vita reale.

Umorismo da Greenpeace. Scusatemeli (e qualcuno sedi il fantasma di Bill Hicks, per cortesia. Oppure gli dia una pagaia di legno sostenibile).

10. Sarà banale ma è proprio così: FATE L’AMORE, NON LA GUERRA! 🙂

Sarà banale per voi, eco-terroristi – anzi, procurat’eco-allarmisti – dei nostri stivali con la suola in canapa, e per le vostre emoticon col naso. Noialtri l’amore lo si fa con allegria più, simpatia più, fantasia piùpiùpiù e senza scassare la minchia al prossimo con gli integralismi da eco-jihād. Relax, and do it.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...