[scan-disk]

Ora, è vero che non tutti possono essere la maga e realizzare degli spot radio impeccabili che vanno in onda su Radiouno poco prima di “Uomini e camion”.

Però.
Però, amici speaker, così come il minimo sindacale richiesto alle indossatrici è che siano pulite e depilate, quello che si richiede a voi è che scandiate le parole. Volete omaggiare Zorro? Fategli fare un cameo in un film di Tarantino. Volete regalargli una citazione? I tribunali di mezza Italia non aspettano altro. Ma per carità d’Iddio, non vi mettete a parlare anche voi come se aveste un calzino in bocca.

Lo so che avete passato anni infernali con una megera che si augurava vi si seccasse la lingua ogni volta che la mettevate in fallo sul raddoppiamento fonosintattico. E che la lingua è un organo molto prezioso, che torna utile addirittura quando si tratta di non proferire verbo. Però, cazzo, pensate a quello che dite.

Qualora invece si trattasse di pura e semplice rappresaglia nei confronti di un cliente che la minchia non si limita a scassarla normalmente, no, ci infila la sabbia, i volantini seminzuppati tolti dalla cassetta della posta condominiale prima di ricordarsi che non c’è un cacchio di posto nei paraggi dove buttarli, e i bordi carbonizzati di una pizzetta al taglio, poi ci versa un fondo di olio già esausto prima che vi si chiedesse di rifarla “un po’ più briosa, ma non sfacciata”, che per lo spot di un’agenzia di pompe funebri è la morte sua, e infine ci dà dentro di aria compressa come non ci fosse un domani, per essere sicuro di gripparvela bene; ecco, se per esempio il servizio postale nazionale e la nota casa di cosmetici facessero parte di questa tipologia di clienti, e voi aveste deliberatamente deciso di far sì che mezza Italia (l’altra mezza, quella che non aspetta di vedere Zorro rincorso dalla giustizia) ridesse dietro i loro flaccidi culi capitalisti, allora confermerei qui e ora, pubblicamente, la mia immensa stima nei vostri confronti, e tutte le volte ancora che mi capitasse di sentire “supposte.it” o “puppa.it” leverei fieramente il pugno come una perfetta Tommie Smith.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...