[e siamo tutti come willy coyote]

Caserma dei vigili del fuoco, ore 11.30.

Outsider (facendo rotolare in bocca un sorso d’aria condizionata): – Buongiorno signora, ecco qui la richiesta per domani.

La signora De Pompieriis mi scruta perplessa, ma professionale. Si avvicina al banco. Mi osserva ancora con fare entomologico, cercando di collegare l’entità che ha di fronte ad una pratica evidentemente avviata.

Non ci riesce. Ma è donna di mondo.

SDP (fintadinullafacente): – Mi ricorda il riferimento, per cortesia?

O (stupita ma preparata sull’argomento): – Vox Popooly, 1 agosto, arena.

SDP (collegante, sbigottita): – Ah, ma è lei! Ci siamo sentite dieci minuti fa! Mi scusi, non l’avevo riconosciuta.

O (sollevando il borsalino sulla fronte e accendendo una paglia): – Sono così  cambiata da ieri, baby?

SDP (pietosomenzognera): – Eh, cosa vuole, sarà il caldo. Per curiosità, ma è passata dallo sterrato?

Se prima i suoi sette colleghi non stavano badando a noi, adesso lo fanno (otto entomologi per me posson bastareee).

Sapete quella sensazione, quella quando realizzate di essere l’epicentro di un imbarazzo collettivo e vorreste avere un tasto di riavvolgimento rapido per riportare il mondo all’istante in cui siete ancora davanti alla porta e – saggiamente – darvi una cazzo di occhiata in uno specchio, un vetro, una pozzanghera prima di varcarla?

Da quello che i poveri di spirito e di aggettivi squalificativi chiamano volgarmente “ufficio” alla caserma dei vigili del fuoco ci saran tre chilometri.

Tremila metri da percorrere pedalando sotto il sole a picco e 72 gradi all’ombra, ok, ma è pur sempre la fine di luglio, e gli scafandri condizionati si trovano solo al mercato nero. Quindi non è questo.

Potrebbero essere i nugoli (plurale) di insetti ragnomosceriformi, beige, schifosi nei quali mi sono infilata uno via l’altro con uno sbuffo di superiorità verso le dipendenze da antistaminico, inopinatamente convinta che fosse polline?

Potrebbe essere la mia innata incapacità di star lontana dall’acqua ogni volta che posso ficcarmici dentro, foss’anche lo spruzzo d’irrigazione di un’aiuola tarato male?

Potrebbe essere la nuvola di bitume liofilizzato di cui mi hanno omaggiato gli Hell’s Asfaltators dando prova di un tempismo straordinario?

Potrebbe essere la croccante granella di terra con cui mi ha condito il signor Franco, autista di pala meccanica al soldo dell’ANAS, assorto nel suo ruolo al punto da non cogliere l’accorato richiamo del collega che lo invitava ad aspettare che passasse la ragazza (?) in bicicletta?

Tremila metri. A correrli nella specialità siepi, passando attraverso le medesime, ne sarei uscita più pulita.

E comunque, se qualcuno ha una secchiata di nero di seppia che gli avanza, basta uno squillo.

Immagine

Annunci

6 thoughts on “[e siamo tutti come willy coyote]

  1. enrico ha detto:

    sempre a posto e in ordine, casomai trovassi il principe azzurro

  2. Piacere Andrea. ha detto:

    Ma quando ho scritto de Il Bravo Poliziotto e di Evviva Ferrua, ero io che copiavo te, che già scrivevi così, colle parentesi e gli acronimi, o sei tu, invece, che hai copiato da me IBP, o abbiamo copiato entrambi da qualcuno che non ricordiamo chi sia? O posso tranquillamente andare affanculo, che le domande inutili pre-agostane sul gioco delle copie accrescono copiosamente il prurito alle mani? Copiosi baci.

  3. Thunderblue ha detto:

    Nulla che non si risolva con brusca e lisciva. Per il resto, aggiornamenti in giornata.

    • Outsider ha detto:

      “Brusca & Lisciva”. Non so ancora se mi sembra più il nome di un gruppo, di un telefilm poliziesco italoamerigano o di un ristorante fusion per hipster. Le faremo sapere, lei pensi a per il resto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...