[ten]

Dieci e più volte che mi son ritrovata col telefono in mano, e poi l’ho solo guardato. Fanculo.

Dieci e più volte che sono atterrata a Fiumicino e l’occhio mi è corso attraverso la vetrata. Sei sempre lì.

Dieci e più volte che sono andata in quell’angolo in fondo, così, facendo finta di niente. Ora ci han messo la zona fumatori.

Dieci e più volte che son passata davanti a Villa Bonelli. E non sono scesa.

Dieci e più volte che ho spiegato perché il fazzoletto si chiama così. E mi è venuto da sorridere. Parecchio.

Dieci e più volte che ho ascoltato i Giardini di Mirò. E non son più riuscita a far niente per ore.

Dieci e più situazioni assurde che vorrei raccontarti, e non solo perché son sicura che non ne parleresti in giro. Una in particolare, di questi giorni. Cose per cui ti metteresti le mani nei capelli e diresti “solo tu” fingendo di disperarti. E poi rideresti fino a sentirti male.

Dieci e più volte che me la rido da sola. Poi smetto. Poi riprendo, guardando in alto per non farle scendere, anche se non ho il rimmel.

Dieci e più cose che mi mancano.

Fanculo l’ho già detto?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...